Armamentario di seduzione uomo-donna: bomba atomica contro clave.

Non che la cosa importi ma esiste tra uomini e donne una grande disparita almeno per quanto riguarda la gestione dei mezzi di persuasione estetica o libidica che dir si voglia. L’uomo tanto per dire, non ha, tra le disponibilità del guardaroba, l’equivalente di una gonna, magari corta che può all’occasione abbinarsi a un paio di stivali col tacco. Perché … Continua a leggere

Eccolo l’amore.

Che l’amore potesse nascondersi così bene in una persona per poi, al momento giusto, saltare fuori da un piccolo gesto o da un sorriso, ebbene questa cosa che è nelle potenzialità dell’amore io ancora non la conoscevo. In senso classico pensavo che l’amore andasse soggetto perlopiù ai coup de foudre, che fosse una specie di flusso ad alta intensità che … Continua a leggere

Perché scriviamo?

“Perché scrivi?”. Avrei dovuto, avrei potuto rispondere qualcosa del tipo: perché tu vivi, respiri, mangi, dormi, fai all’amore? Avrei potuto dire questo ed altro, ma mi ero limitato a scrollare le spalle mentre l’interlocutore impaziente mi incalzava con le sue amene bestialità. “quando ho conosciuto Laura” diceva, “sono bastate quattro parole; quattro da allora; quattro davvero, e sono ancora le … Continua a leggere

A palpebre ben aperte.

La blefaroplastica del presidente del consiglio riapre a mio parere una questione: quella del rapporto tra fotogenia e rappresentatività. Sbaglierebbe chi pensasse che la questione sia irrilevante e anodina, al contrario è subdolamente centrale. L’immagine del candidato, dell’uomo di vertice, diventa il contenitore di tutto ciò che “in praesentia” sono idee e programmi, ed istituisce un clima fisico, tangibile, tra … Continua a leggere

Note di diario.

Oggi ho ripreso in mano un libro al quale sono molto legato; le Memorie di Adriano, della Yourcenar. Il libro era nel frattempo finito sulla sesta mensola dell’alta libreria di casa e ho dovuto recuperarlo stando in piedi sullo sgabello da cucina che mia madre usa per raggiungere le confezioni di pasta. Come dire: nutriamoci di cultura. Mi riavvicino a … Continua a leggere

La chiamata (terza parte).

Di fianco alla fattoria dei polacchi, era stata eretta una piccola casetta fatta alla brutta con dei legni nemmeno piallati, piena di tarmi e buchi della dimensione di una mano, larghi quanto il pugno di un bambino. Ogni tanto il vecchio spariva lì dentro. Lemmy lo seguiva di nascosto e poi, una volta che il vecchio entrava, Lemmy strisciava allo … Continua a leggere

Discorso tra donne.

“Te l’ho già detto vero quanto apprezzo la tua compagnia? Insomma il modo con cui semplicemente sei. Ogni tanto credo di invidiarti, per questo”. “Hem…”. “Davvero sei un esempio per me, una di quelle rare persone che non permetterei a nessuno di portarmi vai. Sì una di quelle persone dalle quali capita ancora di imparare”. “…”. “Sai cosa davvero mi … Continua a leggere

La chiamata (seconda parte).

C’era una pianta, uno sparuto ciuffo verde, l’unica cosa viva che la stanza di Lemmy contenesse, a parte Lemmy naturalmente. Dentro il vaso crescevano solamente due misere foglie malaticcie che avevano quasi l’aspetto della lattuga. Lemmy veniva spostato regolarmente dal personale col camice. La mattina veniva preso e messo sulla sedia a rotelle e questa spinta dinanzi alla finestra che … Continua a leggere

La chiamata.

Al centro della stanza c’è questo vecchio telefono con il selettore numerale ancora a dischetto, di quelli che ci si infilava dentro l’indice. Il resto della stanza ha la stessa impronta di vetustà e abbandono; vecchia, polverosa, coi vetri coperti da alcuni cartoni strappati attaccati dall’interno con scotch da pacco. Se ti muovi, strisciando i piedi sul pavimento, ti scricchiano … Continua a leggere

Una casa alla De Filippi.

Appello o petizione: la vogliamo dare o no, una occupazione alla De Filippi? Qualcosa di piccino anche, tanto per partire, tanto per farla iniziare a sentirsi a proprio agio, capace anche lei di fare qualcosa di utile colle proprie mani, con il proprio cuore. Ci sono molte cose che una persona come lei può fare, tante piccole cose, magari non … Continua a leggere