Una casa alla De Filippi.

Appello o petizione: la vogliamo dare o no, una occupazione alla De Filippi? Qualcosa di piccino anche, tanto per partire, tanto per farla iniziare a sentirsi a proprio agio, capace anche lei di fare qualcosa di utile colle proprie mani, con il proprio cuore. Ci sono molte cose che una persona come lei può fare, tante piccole cose, magari non complicate, lavoretti utili e simpatici. Avrete in casa dei divani con i cuscini da sprimacciare, dovrete pure far la polvere alla scrivania di vostro figlio, ebbene non siate così ingordi, basta una telefonata dico, lei vi sarà grata. E questo sarebbe un inizio, almeno finché non sarà in grado di far da sé, magari con una famiglia vera, una famiglia sua, auspicabilmente con molti figli e altrettante stoviglie. Le persone vanno incoraggiate, si chiama solidarietà ed ha per di più anche un nome antico, vecchio almeno quanto il testamento ebraico: caritatevolezza ecco! Siate caritatevoli, offrite quando potete. E per esserlo basta poco, basta sentire un po’ di tristezza per la sventura altrui, partecipare alla sua vicenda per tentare di migliorarla, di volgerla al meglio.
Pensate a quanto deve essere infelice l’esistenza della De Filippi, così irrisolta. Lei è in un posto, al cui confronto la strada è un focolare generoso di umanità, e se ne sta lì poveretta a sbirciare dietro la finestrella dei cazzi altrui, coi suoi fiammiferini tutti umidicci che nessuno compra. Ebbene fate così: so che avete in casa di quei fantastici cucinini che basta schiacciare un tasto per avere una fiammata da crematoio, ma fingete che Buon Dio, proprio ci voleva un fiammifero e che grazie al cielo ci sono ancora persone oneste che vendono ciò che serve davvero. Ora, potrete accendere il fuoco col fiammifero umidiccio della De Filippi, e già che ci siete anche invitarla a restare. Il suo contributo varrà bene un pranzo abbondante e ben cotto.

Una casa alla De Filippi.ultima modifica: 2004-01-14T19:03:19+01:00da manjk
Reposta per primo quest’articolo

4 pensieri su “Una casa alla De Filippi.

  1. non so che dirti sulla De Filippi, la mia ipotesi è neutrale. Trovo che abbia fatto molto male coi suoi programmi e le sue superficialità spacciate per professionismo, non ho una chiara idea di lei e della sua persona, se avessi l’occasione e la possibilità di dare una casa, probabilmente non è a lei che la fornirei, ciao

  2. Ma vedi Pallommella, la casa presuppone il fatto che le si possa dire: senti per favore, togliti dal cazzo. E poi potremmo aggiungere qualcosa come: sciò! O ancora qualcosa come: tieni famiglia, non è ora di mettere la testa a posto, henne e messa in piega ti seguano…
    Ciao baby

Lascia un commento